Presentazione del libro “Le chiavi di casa” di Angelo Marino
10 Novembre 2021
12.11.2021 – Il Resto del Carlino – “Torna il mercatino di Ageop Ricerca”
12 Novembre 2021

Mercatino di Natale Ageop – Per un Natale Solidale

12, 13 e 14 novembre 2021

Sala Museale Elisabetta Possati

Complesso del Baraccano – Via Santo Stefano 119

Bologna, 11 novembre 2021 – Nella Sala Museale Elisabetta Possati del Complesso del Baraccano, via Santo Stefano 119, dal 12 al 14 novembre (Venerdì dalle 15 alle 19; Sabato e Domenica dalle 10 alle 19), si svolgerà il tradizionale mercatino di Natale di Ageop Ricerca. Prima nella parrocchia di San Giuseppe Sposo, poi alla Sacra Famiglia, ora il mercatino, grazie all’ospitalità concessa dal Quartiere Santo Stefano, approda al Baraccano dove sarà possibile rispettare un maggiore distanziamento e le regole di sicurezza imposte dalla pandemia.

Il mercatino di Natale di Ageop non vuole essere solo una tra le tante possibilità per gli acquisti di Natale. Prima ancora è l’occasione di vivere insieme il valore del dono e della solidarietà. È un incontro con i cittadini di Bologna, da sempre al fianco dell’Associazione che da quarant’anni si occupa dell’assistenza ai bambini e agli adolescenti con cancro e alle loro famiglie.

L’edizione di quest’anno del tradizionale mercatino ha l’obiettivo di far conoscere, attraverso le scelte delle collaborazioni, degli oggetti e dei materiali, anche qualcosa in più dell’Associazione in vista del suo quarantesimo compleanno. Per Ageop essere associazione di volontariato implica innanzitutto impegnarsi per la tutela del diritto di ogni bambino ammalato di cancro alle migliori cure, ma significa anche sentirsi coinvolti nella affermazione della cultura della solidarietà e, di conseguenza, partecipare al dibattito pubblico, a partire dal proprio territorio di appartenenza, per incidere nei processi in favore di un più equo accesso per tutti, donne e uomini, alle possibilità in gioco. Significa anche proporre un modello di convivenza civile pacifico e accogliente, verso gli altri e verso il pianeta che ci ospita.

Per questa ragione il calendario Ageop 2022, che sarà proposto al mercatino di Natale, non intende solo celebrare il quarantesimo compleanno dell’Associazione, ma soprattutto rendicontare quanto, con il nostro impegno e il sostegno della città di Bologna, Ageop ha realizzato in questi anni in favore dei bambini ammalati di cancro e delle loro famiglie e, al contempo, in favore di una sanità più umana e accogliente. Per ogni mese del calendario un fiore, un albero, un paesaggio, realizzati con la tecnica del collage, raccontano la storia di Ageop e i traguardi raggiunti: dal Reparto al quinto piano del pad 13 dell’IRCCS Policlinico di Sant’Orsola di Bologna, alla Teen Room progettata e realizzata per gli adolescenti in Reparto, dall’attivazione del servizio di sedazione profonda per le manovre dolorose, alla borsa di studio per la prima psicologa che entrò in reparto.

Alla preparazione del calendario partecipano i genitori e i bambini, felici di donare i loro disegni e di essere coinvolti nei laboratori artistici organizzati dall’Associazione nelle case di accoglienza. Ogni anno Ageop si avvale della collaborazione gratuita e della sensibilità artistica di Laura Manaresi e Giovanni Manna, lei scrittrice, docente e traduttrice, lui illustratore di decine di libri e vincitore di prestigiosi premi, tra cui il Premio Andersen nel 2003. Il calendario 2022 è ispirato alla natura e ai suoi tempi: come ogni pianta, se coltivata con cura, germoglia dal suo seme nella giusta stagione e rifiorisce anche dopo il freddo dell’inverno, così Ageop, in questi suoi primi quarant’anni di vita, ha seminato e curato il terreno sul quale far crescere la sua capacità di accogliere e sostenere tutte le famiglie che da sole non avrebbero potuto far curare i loro figli ammalati di cancro.

L’attenzione di Ageop alla condizione femminile nasce dalla vicinanza con le tante mamme che in questi quarant’anni l’Associazione ha conosciuto, ha visto lottare per la vita dei propri figli, subire l’insufficienza del sostegno economico da parte dello Stato, che ha visto perdere il lavoro per restare accanto al proprio bambino. Ageop si prende cura di loro, interessandosi alla loro vita, di madri e di donne. Tante di loro continuano a sentirsi parte dell’Associazione anche dopo molti anni. Dalla storia di due “mamme Ageop” sono nate le etichette Taylor Cats, di Mariangela e La Chicca, di Patrizia.

Mariangela, presi in amo ago e filo, ora realizza creazioni personalizzate con le quali trasmette tutta la sua creatività e passione per le cose fatte a regola d’arte. Per il mercatino di Natale porterà i dischetti per la pulizia della pelle in fibra naturale di cotone e bamboo, perfetti anche per la salvaguardia dell’ambiente.

Patrizia invece ha scelto l’uncinetto e ha creato una serie di bambole ispirate alla vitalità e al sorriso di una bimba speciale, la Chicca, che ha trascorso in oncologia pediatrica gran parte della sua vita. Possono essere angeli, cavallerizze, marinai o bimbe romantiche: scegliere una Chicca significa partecipare al progetto d’amore di Patrizia.

Il mercatino di Natale ospita, non a caso, nella sezione “Artigiani per Ageop”, quattro donne artigiane: Federica Morchio che da oltre vent’anni crea bijoux sperimentando tecniche come la ceramica, la resina, il legno, il ricamo e le plastiche termoriduttive; Silvia Manganelli creatrice di Manga Lab che nel suo laboratorio fonde tessuti e materie per creare nuovi capi di abbigliamento, borse o decorazioni da arredo, promuovendo così la cultura del riuso a tutela del nostro pianeta; Caterina Martinelli e Gaia Guarnieri, creatrici di MAGMALaB, che al mercatino di Natale porteranno la collezione di gioielli Butterfly, nata dall’incontro con Ageop Ricerca. Questa linea di gioielli è realizzata con materie plastiche di recupero, evitandone così la dispersione nell’ambiente. Ispirata alle foglie del logo di Ageop, Butterfly coniuga il rispetto per la vita del pianeta e degli esseri umani.

E per sostenere l’impegno, assunto da Ageop già da tempo, in favore della tutela dell’ambiente, è nata la scelta di proporre prodotti per la cura della pelle e del corpo realizzati solo con sostanze di origine naturale e vegetale di Senso Naturale e Camorak, due aziende del territorio emiliano.

Al mercatino sarà presente anche ADMO, l’Associazione Donatori di Midollo Osseo, che tramite tampone salivare permetterà di iscriversi al Registro Italiano Donatori di Midollo Osseo. Il lavoro di sensibilizzazione di ADMO ci coinvolge da vicino, data l’importanza vitale che il trapianto di midollo osseo rappresenta nel trattamento per i bambini e i ragazzi affetti da malattie oncoematologiche. La compatibilità genetica è estremamente rara e sosteniamo per questo l’attività di ADMO, invitando l’Associazione donatori alle nostre iniziative, perché condividiamo la loro causa: è indispensabile che sempre più persone si iscrivano al Registro Italiano Donatori di Midollo Osseo.

A Natale si sa che dolci e cioccolato non possono mancare. Ageop ha scelto di proporre tre grandi marchi regionali: la cioccolata di eccellenza di Majani; I panettoni Flamigni e i waferini Babbi realizzati per Ageop.

Naturalmente non mancherà la sezione dedicata alle piante e ai manufatti delle nostre volontarie e dei nostri volontari, gli abiti e l’oggettistica. Sarà inoltre possibile far confezionare già durante il mercatino le ceste regalo con i prodotti acquistati.

L’immagine del catalogo dei prodotti Ageop è stata realizzata e donata dall’artista Elena Baboni. È un’immagine che richiama la leggerezza ispirata dalla musica che, come la solidarietà, si fa solo insieme.

Normative Anticovid

Sarà controllato il Green pass e consegnata una card per monitorare il numero massimo (50) di ospiti all’interno della sala.

Orari apertura

Ven.12/11: 15 – 19

Sab. 13/11: 10 – 19

Dom. 14/11: 10 – 19

L’Ufficio stampa

Roberta Zampa 340 6288237

Andrea Ferraro 348 7287115

Ogni anno in Italia oltre 10 mila bambini e adolescenti si ammalano di patologie gravi o croniche e i tumori dell’infanzia sono circa l’1-2% di tutte le neoplasie. Grazie a un approccio medico che considera il bambino non un “piccolo paziente” ma un paziente con esigenze diverse rispetto all’adulto, oggi più del 70% dei tumori in generale e il 90% delle leucemie in pediatria possono essere guariti, stando ai dati AIEOP (Associazione Italiana Ematologia Oncologia Pediatrica). Molto hanno contribuito le Associazioni di volontariato con il loro impegno perché mai si possa dimenticare il diritto dei minori di età ad essere bambini e adolescenti, sempre, anche se ammalati.

Dona