Cosa abbiamo fatto

Dal 1985 AGEOP ha finanziato la Ricerca Scientifica, contribuendo a raggiungere tappe importanti nella lotta al cancro infantile.
Nel corso degli anni, 6 sono i medici a cui AGEOP ha permesso di specializzarsi all’estero, pagando loro borse di studio con cui hanno portato al Policlinico di Bologna terapie oncologiche all’avanguardia sul panorama mondiale, tra cui il trapianto di midollo osseo.
20 sono i biologi-ricercatori per cui AGEOP ha finanziato borse di studio o contratti libero professionali, donando al reparto scienziati competenti ed in grado di mantenere l’efficienza del Laboratorio interno di Ricerca e Diagnostica.
31 sono i medici per cui AGEOP ha finanziato borse di studio o contratti libero professionali.
13 sono le psicologhe per cui AGEOP ha finanziato borse di studio o contratti libero professionali garantendo un servizio costante di sostegno ai piccoli e alle famiglie e progetti innovativi di Ricerca.
Era il 1987 quando AGEOP ha donato all’Azienda Ospedaliera le prime camere sterili del Reparto di Oncoematologia Pediatrica.
Nel 2001 AGEOP permette l’avvio del servizio di M.I.B.G. terapeutica per i bambini affetti da neuroblastoma, evitando loro le trasferte al Policlinico di Roma.
Nel 2002 AGEOP vince la battaglia per un ospedale senza dolore. In quell’anno è stata introdotta la sedazione profonda per le manovre dolorose e invasive, tra cui l’aspirato midollare, fino ad allora eseguito senza anestesia.
A.G.E.O.P. ha donato il progetto e poi sostenuto la ristrutturazione del 4° e costruzione del 5° piano di Oncologia Pediatrica del Policlinico Sant’Orsola-Malpighi di Bologna, per creare un reparto scientificamente all’avanguardia ma anche a misura di bambino.
4.800.000 euro sono i fondi che AGEOP ha investito per l’acquisto di macchinari e attrezzature scientifiche e la ristrutturazione stessa.
Il Reparto di Oncoematologia Pediatrica Lalla Seràgnoli è stato inaugurato nel 2006 e rappresenta oggi un polo d’eccellenza a livello internazionale.