Casa Siepelunga

AGEOP ospita in Casa Siepelunga i bambini ammalati di tumore e le loro famiglie, durante i lunghi e delicati periodi di pre e post trapianto di midollo osseo che rappresentano fasi fondamentali e delicatissime dell’iter terapeutico.
Siepelunga è fra le più capienti case AGEOP. Dotata di ampio giardino e posta vicino al Policlinico, era stata sottoposta nel 2006 ad una prima opera di ristrutturazione per suddividerla in mini-appartamenti così da garantire intimità e “protezione” ai piccoli pazienti e famiglie.

 

Nel 2017 è stato necessario avviare un ulteriore intervento per adeguare gli spazi ai nuovi bisogni  delle famiglie e a innalzare ulteriormente gli standard igienico-sanitari degli ambienti abitativi.

Da questo rinnovamento nascerà un punto di ascolto psiconcologico per rispondere alle richieste di supporto che provengono dalle famiglie dei bambini fuori terapia e per accompagnare e sorreggere le famiglie in lutto. In queste fasi è importante disporre di uno spazio fuori dall’ambiente ospedaliero per scongiurare il possibile disagio del ritorno in clinica.

 

Nei 6 mini appartamenti sarà messa a punto un’ottimizzazione degli spazi, così da renderli più capienti per accogliere nuclei familiari fino a 4 persone indispensabili quando è presente un fratellino donatore di midollo osseo.

 

Nei locali seminterrati, sanificati e messi a nuovo, saranno creati nuovi spazi comuni di vita e socialità quali la cucina, la lavanderia, lo spazio giochi, sala multimediale e un’area per gli adolescenti.

 

Anche gli spazi esterni saranno ridisegnati, resi più pratici e funzionali per i bambini e le famiglie che vogliono vivere il tempo libero all’aria aperta.

 

Dal 1998 ad oggi, sono più di 1850 i bambini accolti qui con i loro genitori.
Al termine di una concessione in comodato gratuito, nel 2012 questa casa è stata comprata per garantire, nel tempo, ospitalità ed alti standard di cura ai piccoli pazienti.  Per arrivare a questo traguardo è stato necessario un mutuo decennale di 1.300.000 euro, la cui estinzione è ancora lontana.
Ogni contributo permette quindi di far fronte alla ristrutturazione, alle rate e magari anticipare l’estinzione del mutuo, per assicurare ai bambini una casa per sempre.